mercoledì 26 giugno 2019

Budino al latte

Con l'estate continuo ad avere un pessimo rapporto.
Il caldo mi mette di cattivo umore.
No no, non si tratta di quel bel caldo secco con un po' di vento che ti scompiglia i capelli. No, qui si sta parlando di un caldo umido che ti fa appiccicare i vestiti addosso, che ti fa sentire sporca, che ti fa sudare anche quando sei ferma all'ombra. Ed è un caldo che non tollero.
Mi sento a disagio, infastidita ed estremamente nervosa. E più mi viene fatto notare che fa caldo, più sento caldo. E più mi viene fatto notare che sono nervosa, più divento nervosa.
Sbuffo, sbatto, soffio, graffio e mordo.
Io so bene cosa sia il caldo secco perché in Grecia ci sono stata e mi sono ustionata ma non ho sudato. E non ero appiccicosa.
Ecco, odio essere appiccicosa. Odio ciò che si appiccica.
Sto sinceramente desiderando l'autunno, il golfino serale, la copertina, la sciarpina intorno al collo…i funghi, le castagne, il Panettone…
Ok forse sono andata un po' troppo il là, il concetto credo sia chiaro.
Uff, è che mi passa anche la voglia di cucinare, divento scostante, antipatica (sì più del solito!), noiosa (sì più del solito!) e irritabile (sì, più del solito!).
Insomma è davvero frustrante, è una situazione insostenibile per la sottoscritta e per tutti coloro che devono sopportarmi.
Poi mi faccio forza e provo almeno a preparare un dolcetto fresco per i miei bimbi...il risultato? Rebecca lo spinge via dicendomi "Non mi piace!"...detto da una che apprezza i budini fatti con i preparati però non fa testo, vero?!
A me, al suo papà e a Tommaso è piaciuto moltissimo.
Figlia ingrata!
Vi lascio la ricetta di questo genuino e goloso budino di latte.

Ingredienti per 6 budini
500 ml di latte intero
50 gr di amido di mais
60 gr di zucchero di canna integrale
scorza di limone
1/2 bacca di vaniglia (per questo budino ho usato un pezzetto di baccello già svuotato dei semi, usati per una precedente preparazione)



Preparazione
In un pentolino sciolgo l'amido di mais con un po' di latte aiutandomi con una frusta per evitare i grumi.




Aggiungo il latte restante, lo zucchero, la bacca di vaniglia e la scorza del limone (io ho usato il pelapatate per ottenere dei grossi "petali" di scorza facili da eliminare alla fine) sposto tutto sul fuoco a fiamma dolce. Continuo a mescolare per evitare la formazione di grumi e cuocio fino ad ottenere una crema liscia e vellutata dalla consistenza che ricorda quella della besciamella.




Tolgo dal fuoco, elimino vaniglia e scorza di limone e verso negli stampini. Faccio intiepidire poi faccio riposare in frigorifero per almeno 3 o 4 ore, meglio ancora se tutta la notte.





Gustare freddo in tutta la sua semplicità oppure arricchirlo con topping o frutta.



lunedì 10 giugno 2019

Cheesecake cotta cocco e arancia

Ricordo l'estate 2014, quella in cui ho iniziato ad amare il cocco.  Odiavo i piatti a base di cocco. Ero in grado di mangiare solo pezzi di noce fresca ma tutto ciò che sapeva di cocco mi faceva venire la nausea.
Quell'estate invece profumava di cocco, avevo voglia di cocco in tutte le sue forme. Quindi c'era qualcosa di strano...
La cosa strana è che una piccola creatura mi stava crescendo dentro e scatenava in me voglie decisamente bizzarre tipo panettone a Settembre, ragù alle 7 del mattino ed Estathé alle 23.
Da quell'estate, la più bella della mia vita, ho sperimentato il cocco in tutte le sue sfumature, dal salato al dolce e non mi sono ancora stufata.
Qualche giorno fa mi è venuta un'altra voglia: New York cheesecake! No non sono incinta, ho solo guardato una vecchia puntata di Friends in cui Rachel e Chandler rubavano una deliziosa cheesecake alla vicina di casa. Anche a distanza di anni, amo quella serie TV...ma torniamo a noi.
Ho preso la ricetta base di Sonia Peronaci e l'ho modificata a mio personale gusto usando cocco e arancia. Il risultato?! Più o meno potrei riassumerlo con un bel "OH MY GOD!" alla Janice style (chi ama Friends come me capirà!). Un'esplosione di gusto, ci è piaciuta moltissimo.
Esperimento riuscito 👍


PER LA BASE
250 gr di biscotti integrali all'avena (io ho usato i Grancereale)
100 gr di olio di cocco

PER LA CREMA
500 gr di mascarpone
3 uova medie intere + 1 tuorlo
100 gr di zucchero di canna integrale
200 ml di panna di cocco
25 gr di succo di arancia
Semi di mezza bacca di vaniglia


PROCEDIMENTO
Far sciogliere l'olio di cocco in microonde e lasciar da parte per farlo intiepidire.
Polverizzare i biscotti in un tritatutto e aggiungere l'olio amalgando bene il tutto. Rivestire uno stampo a cerniera con carta forno e versare il composto di biscotti e burro  dentro alla tortiera premendo con un cucchiaio  per farlo ben aderire al fondo e alle pareti. Riporre la base in freezer per circa 15 minuti.


Montare uova, zucchero e vaniglia con le fruste per almeno 10 minuti finché non si ottiene un composto spumoso (si può far tutto  con le fruste, io avevo iniziato così poi per velocizzare ho utilizzato la planetaria 😅).


Unire la panna, il succo di arancia (io aggiunto anche della scorza grattugiata) e per ultimo il mascarpone è continuare a mescolare con la frusta fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi.


Preriscaldare il forno regolando l temperatura sui 180°. Nel frattempo togliere la base dal freezer e versare la crema al suo interno.


Infornare per circa 30 minuti poi abbassare la temperatura a 150° e proseguire la cottura per altri 30 minuti.
Estrarre la torta e farla raffreddare poi lasciarla riposare in frigorifero anche una notte intera.


Guarnire a piacere (io ho usato chips di cocco e fettine di arancia disidratate in forno) e...gustare questo cremosissimo dolce.


lunedì 3 giugno 2019

Crostata salata agli asparagi

Toc toc!
- Chi è?
- Sono io, Alessia.
- Alessia chi?!
- La proprietaria di questa casa.
- Aaaaahhhhhh, chi non muore si rivede, insomma……
- Quanto tempo è trascorso dall'ultimo post?
- 3 anni!
- Già, proprio così. 3 anni in cui sono accadute cose che nessuno di voi immagina se non mi ha seguita sulla pagina Facebook. Beh sì, lì ho continuato a postare perché veloce e immediato. Ma qui era diventato impossibile scrivere con attenzione, caricare fotografie e impostare tutto per bene per poi cliccare su "pubblica". Come "perché impossibile?"?? Con due bambini tra i piedi non è facile concentrarsi e lavorare su di un'attività che non sia un gioco per più di 3 minuti e 18 secondi. Anzi no, a volte anche restare concentrato su di un gioco per più di quel lasso di tempo è davvero complesso.
Come? Sì, esatto due bimbi! Eravate rimasti ad una bimba di nome Rebecca di circa un anno che però nel frattempo è cresciuta e ora di anni ne ha ben 4 poi esattamente 15 mesi fa è arrivato anche Tommaso che cammina da quando ha 10 mesi e mezzo, mangia più della sorella (sia in termini di quantità che di varietà) ed è una peste.
Esatto sì, queste due meravigliose creature mi hanno rapita. Hanno letteralmente rapito il mio cuore, la mia mente, le mie mani e il mio tempo. Ma continuo a sentirmi una privilegiata perché ho potuto assistere a tutti i loro primi ed importanti progressi.
No, attualmente non lavoro ma lo dovrò fare perché pare non si possa vivere di sola aria...mah, che cose strane!
Piano piano vi racconterò una serie di simpatici aneddoti che hanno segnato la mia vita in questi 3 anni.
- Beh allora ben tornata, Alessia!
- Grazie. La mia idea è quella di restare. Un po' più a lungo questa volta.


Ingredienti
Per la pasta:
200 gr di farina integrale
120 ml di acqua gasata
1 cucchiaio di olio EVO (nel mio impasto non l'ho messo ma lo consiglio per ottenere un risultato più friabile)
Sale
Menta e basilico

Per il ripieno:
Un mazzetto di asparagi (ho usato solo la parte più morbida)
1 spicchio di aglio
1 uovo
160 gr di formaggio spalmabile
30 gr di Parmigiano grattugiato
2 cucchiai di latte
Sale
Olio EVO


Iniziamo con la preparazione della pasta. Io ho usato la planetaria ma sì può facilmente impastare tutto a mano disponendo la farina a fontana sul piano di lavoro, unendo il sale, gli aromi tagliati finemente a coltello e l'olio e aggiungendo piano piano l'acqua fino a farla assorbire completamente e lavorando fino ad ottenere una buona elasticità.
Lasciar riposare l'impasto una ventina di minuti...



...giusto il tempo necessario per preparare il ripieno. Tagliare a rondelle la parte morbida degli asparagi precedentemente mondati e saltarli insieme alle punte in una padella con aglio e olio per qualche minuto. Infine aggiustare di sale (e pepe se vi piace).
In una ciotola mescolare il formaggio insieme al Parmigiano, all'uovo e al latte e aggiungere un pizzico di sale.



Riprendere la pasta e tirarla con il mattarello su di un piano infarinato e sistemarla in uno stampo antiaderente. Nel frattempo accendere il forno a 180°. Sul fondo della torta  sistemare le rondelle degli asparagi ma tenere le punte per la decorazione e ricoprire con il composto di formaggio e uova.





Con la pasta avanzata realizzare la griglia e decorare con le punte degli asparagi.






Infornare per circa 30-35 minuti.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...