lunedì 13 maggio 2013

Frittata con erbe di campo

Quando ero piccina, spesso in primavera andavo per campi insieme ai miei genitori e raccoglievamo enormi borse di erbe spontanee con le quali la mamma faceva delle frittate meravigliose. Il ricordo mi è subito balzato in mente quando mi sono vista recapitare a casa una cesta stracolma di tarassaco, cicoria e bietole selvatiche. E' stato bello tornare indietro di qualche anno, almeno con la mente, ed è stato un ricordo talmente intenso che mi è sembrato di risentire i profumi della cucina di mamma. Ho rifatto questa frittata nella speranza di ottenere la perfezione ma quella la otteneva solo lei, la mia mamma!

Ingredienti
6 uova
500 gr di erbe di campo miste (tarassaco, malva, ortica...)
1 cipollotto
100 gr di mollica di pane
un bicchiere di latte
50 gr di parmigiano grattugiato
sale q.b.
pepe q.b.
olio EVO 

Preparazione
La preparazione delle erbe richiede un po' di pazienza perchè vanno pulite e lavate con molta cura, sciacquate più volte e poi lessate in abbondante acqua salata per qualche minuto.
Nel frattempo metto la mollica in ammollo nel latte. Affetto sottilmente il cipollotto e con una forchetta sbatto le uova insieme ad un pizzico di sale e una macinata di pepe.
Scolo le erbe e le strizzo molto bene poi con l'aiuto di una mezzaluna cerco di sminuzzarle un po'. Aggiungo le erbe sminuzzate, il cipollotto affettato, la mollica del pane ben strizzata e il parmigiano alle uova sbattute. Aggiusto di sale e pepe, se necessario, e amalgamo bene il tutto.
Verso il composto in una padella unta d'olio e ben calda e faccio cuocere finchè si forma una leggera crosticina sul fondo. A metà cottura giro la frittata con l'aiuto di un coperchio o di un piatto: copro la padella e capovolgo la frittata che poi farò scivolare di nuovo in padella per farla cuocere anche dall'altro lato.
Terminata la cottura metto la frittata in un piatto da portata e la servo tiepida.


Consigli e varianti
Io ho scelto erbe spontanee ma chiaramente la stessa frittata può essere realizzata con spinaci, erbette, biete, agretti...
Per avere una frittata più leggera potete cuocerla in forno a 180° per 15-20 minuti.

Ricorda!
Il tarassaco è un ottimo depurativo naturale che, oltre ad eliminare le tossine e i liquidi in eccesso, protegge il fegato, preserva la flora battrica e favorisce la digestione.
La malva ha proprietà antinfiammatorie e lassative.
L'ortica è antianemica, diuretica e ricostituente.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...