venerdì 28 febbraio 2014

Frittelle di Carnevale con esubero di pasta madre

Le frittelle di Carnevale a casa mia erano un must. Non potevano mancare quando ero piccina.
Negli ultimi anni però le ho snobbate ignorando le insistenti richieste dei miei uomini (il mio ragazzo e il mio papà). Siccome quest'anno la richiesta non è arrivata...ho deciso di cucinarle, trascurando il persistente odore di fritto che abbandonerà la cucina tra qualche giorno!
Aldina, la mia pasta madre, si sta comportando bene quindi ho voluto provare ad usarla anche per queste frittelline. Ma non ho utilizzato la pasta madre rinfrescata, ho provato ad usare l'esubero, la parte di pasta che viene scartata prima del rinfresco. Ne avevo circa 150 gr e un po' a occhio e un po' a naso...ecco la mia personalissima ricetta di queste soffici frittelle alle mele. In realtà le ho sempre fatte con l'uvetta, ma si sa che a Carnevale ogni scherzo vale per cui le uvette si sono nascoste chissà dove. Ho così optato per una sana mela tagliata a cubettini!


Ingredienti per c.ca 25/30 frittelline
150 gr di pasta madre non rinfrescata
50 gr di latte
100 gr di acqua
150 gr di farina 00
1 uovo
4 cucchiai di zucchero semolato
scorza di 1 limone (bio non trattato)
1 mela (e/o uvette)
1 cucchiaio di grappa
sale
olio per friggere
zucchero a velo (e/o cannella)

Preparazione

lunedì 24 febbraio 2014

Polpette al vino bianco

Ricordo che il profumo di queste polpette mi metteva una fame! Entravo in cucina e non potevo resistere, dovevo rubarne almeno una dalla padella. Questo piatto mi ricorda proprio la cucina della mamma. Mi affacciavo alla porta e la vedevo con il suo grembiule davanti alla stufa accesa, i mestoli appoggiati su di un piattino e la tavola apparecchiata con il vassoio di formaggi in bella mostra. Il calore di quella cucina era unico. Ogni tanto ho la necessità di risentire quei profumi e quei sapori...sono rassicuranti come un caldo abbraccio. In questo periodo ho proprio bisogno di questo, quindi...facciamo piovere polpette!


Ingredienti
400 gr di macinato di manzo
250 gr di salsiccia di maiale
50 gr mollica di pane raffermo
latte q.b.
misto aromi essiccati (timo, rosmarino, erba cipollina, salvia)
1 scalogno tritato finemente
1 bicchiere di vino bianco
farina q.b.
sale
pepe
olio EVO

Preparazione

giovedì 20 febbraio 2014

Vellutata di castagne con crostini di panettone al rosmarino

Sì lo so, non è più tempo di panettone ma ne ho ancora uno piccolo piccolo nella dispensa. Il 28 Febbraio scadrà per cui devo assolutamente farlo fuori in qualche modo! Mi sta guardando implorandomi di non essere buttato e io, che odio buttare il cibo ma che non ho più voglia di panettone, mi scervello per capire cosa farne. Un dolce? No! Basta! Troppo scontato! Siccome di abbinamenti azzardati se ne vedono mille mila e io ne sono sempre molto attratta, perché non tostarlo e farlo diventare una sorta di crostino per una vellutata? E proviamoci!


Ingredienti
300 gr di castagne già cotte
500 ml di brodo vegetale
150 ml di latte
1 scalogno
avanzi di panettone (un paio di fette)
un rametto di rosmarino
sale
pepe
olio EVO

Preparazione

martedì 18 febbraio 2014

Crumble di zucchine, pancetta e noci

Influenza sconfitta...o quasi! Dopo 4 giorni il mal di testa e la febbre ballerina mi hanno finalmente abbandonata. Il mio naso sembra quello di un clown ma questo dettaglio mi rende simpatica! E anche la voce nasale è boldo diverdende!
L'appetito è quello che è ma non rinuncio al gusto per niente al mondo...anche perché se il cibo non è particolarmente gustoso, non ne sento il sapore visto che le mie papille sono addormentate!
Non amo utilizzare gli ortaggi fuori stagione ma la voglia di zucchine ha preso il sopravvento e questa volta mi sono concessa uno sgarro...


Ingredienti
3 zucchine
100 gr di pancetta affumicata a dadini
50 gr di noci sgusciate
100 gr di pangrattato
mentuccia secca
olio EVO
sale

Preparazione

giovedì 13 febbraio 2014

Red Velvet cake e cupcakes...e uno spunto per San Valentino!

Ultimamente stiamo festeggiando un sacco di compleanni e quello del 24 Gennaio è stato speciale. Daniele ha compiuto i suoi primi 35 anni! Non potevo non fargli un regalo con i fiocchi…sì, fiocchi di neve! L’ho portato in montagna per vivere l’inverno, quello vero, quello freddo, quello bianco e innevato. Atmosfera quasi ancora natalizia, chalet in legno, rami di pino a decorare le finestre. Il nostro non era un semplice albergo ma un meraviglioso hotel Relais du Silence: La Madonnina del Gran Paradiso a Cogne! Un ambiente accogliente, caldo, famigliare con una meravigliosa vista sulle montagne.


Una camera semplice che profumava di legno e di casa.
Un ristorante davvero eccezionale con un menù alla carta ricco di prelibatezze tra le quali è davvero difficile scegliere. E in ogni caso, qualunque cosa tu scelga, scegli bene perché è tutto strepitoso. Il personale di sala è attento, gentile e molto divertente!
Una colazione a buffet davvero imperdibile che prevede squisitezze dolci e salate.

E poi parliamo di LUI: il centro benessere. Una coccola unica che vorresti non finisse mai. Sauna, bagno turco, piscina interna, cascate e getti d’acqua ovunque. Ma una delle cose che ho apprezzato maggiormente è la vasca esterna riscaldata a 39°: esci dalla struttura in costume e ti butti in questa vasca calda e subito ti si fissa un pensiero in testa “da qui non vorrei più uscire!” e te lo ripeti come un mantra! Quando inizia a fare buio e tutto intorno si vedono solo le montagne nere e le mille luci del paese più in basso, il mantra cambia e si fa ancora più martellante: “io non esco da questa vasca!”. Poi però senti che qualcuno ti sta puntando gli occhi addosso e capisci che quel qualcuno sta sperando che tu esca da lì per poter vivere le tue stesse sensazioni. Così ti metti una mano sulla coscienza e, a malincuore, esci al freddo e al gelo…ma la cosa divertente è che prima di rientrare senti la necessità di mettere i piedi nudi nella neve gelida “tanto mi riscalderò in sauna!”. Dopo tutta questa fatica vuoi non goderti un panorama mozzafiato mentre sorseggi una stupenda tisana e mangi una fettina di arancia? Insomma, una vera meraviglia! Però devo parlarvi anche del personale che ha reso i pomeriggi al centro benessere, dei pomeriggi indimenticabili. Ringrazio tutti ma il mio grazie speciale va a Ivana, che ho soprannominato il “mio angelo”! Lei si è occupata di me ed è stata deliziosa oltre che bravissima. Le sue mani sono state un toccasana e sono uscita da quel centro rinata e rigenerata. Volevo quasi piangere quando l’ho salutata!
Davvero un meraviglioso weekend ricco di camminate, relax, buon cibo e belle persone!


Ve lo sto raccontando solo ora perché il modo in cui abbiamo festeggiato quel compleanno potrebbe essere lo spunto anche per un regalo di San Valentino. E anche il dolce direi che è adatto al periodo poiché Daniele aveva espresso un desiderio chiarissimo: vorrei tanto una red velvet! E così è stato. La sua torta di compleanno è proprio stata una “velluto rosso”! In realtà più che rosso…terra bruciata! Infatti lo zucchero di canna gli ha conferito un colore meno vivo ma…interessante (si dice così quando una cosa non viene come dovrebbe, tu non te lo aspetti ma cerchi di non darlo a vedere, giusto??). Il sapore però era decisamente quello della red velvet con cream cheese!

Prima di darvi la ricetta, auguro a tutti gli innamorati un buon San Valentino con una citazione del mio amato Oscar Wilde...
“Che il vostro cuore sia sempre colmo d’amore.
Una vita senza amore è come un giardino senza sole
e coi fiori appassiti. La coscienza di amare ed essere amati
regalano tale calore e ricchezza alla vita che nient’altro può portare"


Anche se molti di voi non intendono festeggiare San Valentino perchè è ormai solo un business (e in parte purtroppo è vero!), prendetevi un minuto per riflettere sull'amore in senso lato. Tutti noi amiamo qualcosa o qualcuno. Un gatto, un cane, un amico, un nonno...insomma, esistono infinite forme d'amore verso persone che non necessariamente sono i nostri partners. Ecco perchè adoro il fatto che in inglese si dica "I love you" anche solo per dire "ti voglio bene"...perchè anche l'affetto nei confronti di un amico o un fratello in fondo è amore...


Ingredienti 
per 2 basi da 22 cm di diametro:
250 gr di farina 00
100 gr di frumina
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
120 gr di burro morbido
220 gr di zucchero 
3 uova
5/6 cucchiai di colorante alimentare rosso 
250 gr di yogurt bianco intero
1 cucchiaino e 1/2 di bicarbonato
1 cucchiaino e 1/2 di aceto bianco
semi di 1/2 baccello di vaniglia
1 pizzico di sale
per la farcitura e copertura:
450 gr di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
150 gr di mascarpone
180 gr di burro morbido
250 gr di zucchero a velo setacciato
latte q.b. se necessario

Preparazione

martedì 11 febbraio 2014

Gnocchetti di riso con mazzancolle e riduzione di arancia

San Valentino è alle porte! Voi avete già pensato alla cenetta per il vostro lui o la vostra lei? Se volete stupire provate questa ricetta, ha stupito anche me!
In casa ho sempre tantissime arance che mangio, spremo, uso nei dolci ma anche nei piatti salati. Si sa che le arance fanno bene per cui non devono mai mancare in questo periodo! Agrumi e crostacei vanno a nozze quindi ho pensato a questa ricettina veloce e di sicuro successo, adatta anche a chi è intollerante al glutine!


Ingredienti per 2 porzioni
per gli gnocchi:
200 gr di farina di riso
200 ml di acqua
1 cucchiaio di olio EVO
sale (io ne ho usato uno che avevo aromatizzato all’arancia)

per il condimento:
300 gr di mazzancolle
il succo filtrato di 1 arancia
1 bicchiere di prosecco
sale
olio EVO
timo fresco tritato


Preparazione

domenica 9 febbraio 2014

Babà...il tuo dolce preferito!


Un altro 9 Febbraio, il tuo 64° compleanno, il 7° non festeggiato. Un altro giorno in cui potenzialmente ci si potrebbe intristire ma no, io non mi intristisco per nulla. Non voglio farlo perché il compleanno è sempre un bel giorno. Si festeggia la vita, si ricorda il giorno in cui si è venuti al mondo e si scandisce il tempo che passa spegnendo ogni anno una candelina in più con un po’ di fiato in meno. Ma si sa come va la vita e spesso va come tu proprio non vorresti. Cosa ti avrei regalato? Mah, tante cose. Avrei voluto regalarti un weekend insieme da qualche parte. Oppure un altro biglietto per il concerto dei Pooh. O ancora una seduta dal parrucchiere insieme. E ti avrei cucinato un bel pranzetto. Che dolce ti avrei preparato? Beh, semplice: un babà, il tuo dolce preferito! Buon compleanno mamy!


Ingredienti
per il babà:
250 gr di farina forte
100 gr di lievito madre rinfrescato
3 uova
50 gr di miele
80 gr di burro a temperatura ambiente
50 ml di latte

per la bagna:
700 ml di acqua
350 gr di zucchero di canna
200 ml di rum
buccia di arancia

Preparazione

giovedì 6 febbraio 2014

Cosciotto di tacchino con patate viola e prugne

Eccomi eccomi eccomi! Tantissimi intoppi questa settimana, troppi! Ero proprio convinta di non riuscire a pubblicare nulla, invece ce l'ho fatta! Tantissimi cambi di programma che mi hanno un po' disorientata. Di sicuro in questi giorni ho capito e appreso un sacco di cose e ho pensato molto. A volte anche troppo. Ho pensato al fatto che la vita è strana e che con gli anni si cambia. Ho riflettuto e ho capito che provare tanto rancore non porta da nessuna parte, che per affetto e amore si devono superare alcuni ostacoli che questa vita ogni tanto ci piazza davanti. Ho capito che non voglio vedere piangere o star male nessuna delle persone a cui voglio bene. Ho realizzato che vorrei cambiare molte cose ma non posso cambiarle tutte. Per quelle che posso cambiare ci dovrò lavorare un po'su, mentre per le altre mi rassegnerò e farò un sorriso andando oltre. Forse è ora di diventare grande...
Basta con le chiacchiere...andiamo in cucina, su!


Ingredienti
1 cosciotto di tacchino (850 gr. c.ca)
3 patate viola
15 prugne secche denocciolate
1 rametto di rosmarino
1 grosso spicchio d'aglio
1 cucchiaio di senape di Digione in grani
1 bicchiere di birra (io ho usato una bionda doppio malto)
brodo vegetale caldo q.b. (io ne ho utilizzato un bicchiere abbondante)
sale q.b.

Preparazione
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...