martedì 15 aprile 2014

Costolette di agnello marinate allo yogurt in crosta di pistacchi

Ecco il mio post controverso e contradditorio! Non sono solita cucinare l’agnello perché non ne amo particolarmente il sapore e soprattutto non lo cucino a Pasqua perché non è una tradizione che mi appartiene. E poi in fondo, seppure io non sia vegetariana e stia pubblicando questa ricetta proprio ora, non mi esalta l’idea che praticamente solo in questo periodo dell’anno centinaia di migliaia di agnellini vengano soppressi perché si devono rispettare le tradizioni. Vi chiederete quindi “perché mai, allora, cucini un piatto del genere proprio adesso?”. Ebbene, questo piatto l’ho cucinato qualche mese fa su richiesta, ma siccome per moltissime persone l’agnello fa parte della tradizione di Pasqua ho pensato di pubblicarne la ricetta ora, almeno vi do la possibilità di cucinare questo benedetto agnello in un modo diverso dal solito.
Certe tradizioni le risvolterei come calzini ma mi rendo conto che ciò che per me non ha valore, per altri invece ne ha, e come gli americani non possono festeggiare il Ringraziamento senza tacchino, molti di noi non possono festeggiare la Pasqua senza agnello…io invece ce la posso fare!



Ingredienti
10 costolette di agnello
100 gr di yogurt greco
mentuccia
200 gr di pistacchi tritati grossolanamente
pangrattato q.b.
1 lime
aglio
olio EVO
burro
sale
pepe


Preparazione
Preparo un’emulsione mescolando lo yogurt insieme a 2 cucchiai di olio, il succo del lime, sale, pepe, mentuccia e aglio schiacciato. Immergo le costolette in questa emulsione e le faccio marinare anche per una notte intera in frigorifero.
Una volta trascorso questo tempo, estraggo le costolette dal frigo e le faccio riposare a temperatura ambiente per almeno una mezz’oretta. 


Faccio poi “sfrigolare” olio e burro in una padella e nel frattempo prendo le costolette appena scolate dalla marinata (ma non scolatele troppo!) e le passo velocemente in un mix di pangrattato e pistacchi tritati. Friggo la carne su entrambi i lati fino a doratura. 
Servo caldissime accompagnandole con un’insalatina fresca.

4 commenti:

  1. Una proposta stupenda! Amo la carne di agnello e non è semplice saperla proporre. Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Clara! Se ti piace l'agnello prova e poi fammi sapere!
      Un abbraccio e tanti auguri di buona Pasqua!

      Elimina
  2. Devo essere sincera lo mangio poco, si trova quasi solo a Pasqua e a Pasqua non lo mangio ma mi segno questa prelibata ricetta, quella crosticina mi ha conquistato! Un bacione e auguri di una serena Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io nutro uno strano sentimento nei confronti della carne di agnello però la crosticina di cui parli tu, tutto sommato, me l'ha fatta apprezzare.
      Un abbraccio e auguri di buona Pasqua a te e alla tua famiglia!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...